FANALI DI SCORTA biografia

 
I Fanali di Scorta sono una banda di freak’n’roll. Il freak’n’roll più che un genere musicale è un modo di
essere, un intenzione. Le canzoni, con testi prevalentemente in italiano, hanno arrangiamenti che spaziano
dal folk, al rock-ska. Nati nel 2000 da un’idea di Daniele Chiarella hanno attraversato varie fasi artistiche il
cui unico denominatore è sempre stato la voglia di divertirsi e divertire . Abbandonati ben presto gli esordi cabarettistici, hanno virato verso una forma-canzone allegra caratterizzata da testi più surreali che ironici .
Dal 2001 quindi hanno iniziato il loro tour tra le gli scantinati, i pub, i centri sociali, le piazze e i
salotti dell’underground torinese riscuotendo subito un buon successo per la loro carica di caciarona
sfacciataggine, vero marchio di fabbrica del gruppo. Nonostante vari avvicendamenti interni i Fanali non
hanno mai mollato la presa e ben presto hanno iniziato ad essere invitati in manifestazioni ben più
prestigiose quali il Bologna Music Festival, Trimi’s Festival (BO), Marea Festival(FI), Free Days Music
Festival (TO), Primo Maggio in piazza San Carlo(TO), Porta Koma Rock Festival (AL), Giovani Espressioni
(NO), Rivaltarock (AL) calcando anche palchi importanti come lo Spazio 211 a Torino con i LOU DALFIN e in
più occasioni l’Hiroshima Mon Amour con gli AMICI DI ROLAND e i BAUSTELLE tra gli altri. In questo
periodo che va fino al 2004 circa pubblicano i primi demo: ’Noi la demo gratis’, ‘Greitis Tiz’ e ‘Gli altri Tiz’ che
contengono pezzi come Giuda-Barabba, Aiutami tu, l’Arrotino e Ademàs, riprese poi anche da varie
compilations , che diventano i brani arringa-folle del gruppo. Tutto questo girovagare li porta nel 2005 sul
palco di Tavagnasco Rock (forse il più importante festival underground italiano) di spalla alla STEVE
ROGER’S BAND con una nuova formazione sempre composta di 4 elementi: rimangono solo Daniele alla
voce e chitarra acustica e il Puglia (Beppe Terzulli) alla batteria. Gli anni successivi sono quelli della
“sprovincializzazione massiccia”, i nostri escono con più frequenza al di fuori della loro regione e
s’impongono quasi ovunque: Amorock (BN), Valpolicella Sound Park (VR), Balla Coi Cinghiali (SV), Pieve
Rock Festival (MO), Distorsione (BO), Festa dell’Unità di Bologna, Il Rock è Tratto (FC), Canaparty(FC),
Aspettando Sconcerti (MI), Musica W (PI), Fanote (PU), Perle ai Porci (VB) fino al MEI di Faenza (dove
praticamente si esibiscono ogni anno da allora). Nel 2006 esce “Freak’n’Roll” il primo vero album della band,
dodici brani autoprodotti con l’aiuto della To Locals, che ottiene ottime recensioni sui più importanti portali
della musica emergente italiana. Si esibiscono a Colonia Sonora a Collegno (TO) con la BANDABARDò e
aprono il concerto di POVIA fresco vincitore del festival di San Remo al Chicobum Festival (TO). Nel 2007
ritorna Lusio (Luciano Triglia) già chitarrista dal 2001-2003 e il quartetto diventa un terzetto che continua la
sua marcia musicale girovaga tra l’Ephebia Festival (TR), l’Alpette Rock Festival (TO) e il Bier Fest di Susa
(TO). Nel 2008 per dare un po’di fiato al progetto e maturare nuove idee Daniele intraprende un percorso
solista con lo pseudonimo di Briscola e il Puglia si dedica ad altri progetti di ambito jazz. Il progetto non si
ferma definitivamente e seppure in maniera meno massiccia le apparizioni del gruppo continuano per tutto
l’anno con stima sempre crescente da parte di un nuovo pubblico e nuove idee che portano Daniele e Lusio
alla realizzazione del nuovo album della band “Mojito Express” nel gennaio del 2009 che permette ai Fanali
di siglare un contratto di distribuzione digitale con la LOSERS COMPANY RECORDS ed esibirsi in una
ventina di date in giro per l’Italia, tra cui il Murata Street Sound (FR) e il Carnevale di Gambettola (FC), con
l’inedita formazione in duo chitarra acustica-guitar synth. Da quest’album viene girato il video della canzone
“Sunambiac” , scritto e diretto da Federico Bava, che ottiene un ottimo riscontro e vince il Premio
Macchiavelli al PIEMONTE MOVIE 2010.
All’inizio del 2010 entra nel gruppo il percussionista-rumorista Rocco Voto già Afrobeat Torino e i Fanali,
dopo aver partecipato alle celebrazioni per i cinquanta anni dalla scomparsa di Fred Buscaglione, danno vita
alla “Casablanca Night” il nuovo live a metà tra concerto e jam session con l’ausilio di Anna Frati al sax.
Nel 2011 Etto Roots (Barriera XXI) sostituisce Rocco Voto alla batteria e i Fanali si esibiscono al DEMENT FEST con tra gli altri i Fucktotum e Freak Antoni. Nonostante i cambiamenti della scena musicale e la drastica riduzione degli spazi e delle opportunità destinate alla musica continuano comunque a girovagare con la loro consueta allegria caciarona partecipando tra l’altro in due occasioni alla Notte Rossa della Barbera dedicata ad uno dei loro idoli Fred Buscaglione.
Nel 2013 nuovo cambio di formazione entra Alessandro Calindro al Sax al posto di Lusio che si prende un periodo di pausa dopo essere stato il protagonista del secondo video Fanno un po’ di concerti per affiatarsi sotto il falso nome di PALOMA JOE per tornare prepotentemente sulla scena a febbraio 2014 in occasione del '''''''''Ridateci DEMO Free Concert' all’ Hiroshima Mon Amour di Torino… e la storia continua

I FANALI DI SCORTA tra le altre hanno suonato nelle seguenti manifestazioni: “ROCK TARGATO ITALIA, Controcorrente (TO), Traccie di Musica (TO), TELETHON, San Remo Rock, Rivaltarock (AL), Festival Marea (FI), Porta Koma Rock Festival (AT), Piossound(TO), Bologna Music Festival(BO), Emergenza Festival (TO), Trimi’s Festival (BO), Lunathica (TO), Giovani Espressioni (NO), Decennale di Emergency(MI), 1 Maggio (TO), Tavagnasco Rock (TO), Aspettando Sconcerti (MI), Alpette Rock Festival (TO), Chico Bum Festival (TO), Colonia Sonora (TO), Musica W (PI), Pieve Rock Festival (MO), Music in Progress (CR), Perle ai Porci (VB), Cioccolatò (TO), Distorsione (BO), Amorock (BN), Il Rock è Tratto (FC), Balla coi Cinghiali (SV), Valpollicella Sound Park (VR), Fanote (PU), MEI (FC), Torino Sotterranea (TO), Ephebia Contest (TR), Fiestival delle diversità (MI), Susa Suoni Giovani(TO), Bier Fest (TO), Innamorati della Cultura (TO), Saluzzo Underground (CN), Rock in Ring (TO), Murata Street Sound (FR), Generazione Musicale a Progetto (CN), Festa della Musica (TO), Notte Rossa della Barbera (TO), Correnti di Note (TO), Dement Fest (TO).


Han condiviso il palco con innumerevoli bands tra cui Bandabardò, Gualerzi, Lou Dalfin, Povia, Steve Roger’s Band, Amici di Roland, Casino Royale, Meganoidi, Freak Antoni, Baustelle …

Nel 2010 si sono esibiti in più di un occasione nel concerto-reading FANALI DI SCORTA WALKING PUNK basato sulle Walking Punk dello scrittore-musicista torinese Max McMorte
E’ del 2010 anche la Casablanca Night: una jam session folk-ska-blues orchestrata per 3 mesi dai Fanali di Scorta alle Ginestre, uno degli storici locali del jazz torinese.
Hanno musicato in più occasioni i reading dello scrittore e giornalista de “La Stampa” Gianluca Favetto e dello scrittore torinese Emanuele Serra.
Nel 2010, nel corso di una breve tournée in Cameroun, Daniele Chiarella è stato il primo italiano ad esibirsi al Yaoundé Jazz Festival in qualità di ambasciatore della musica italiana.


Video Ufficiali:
SUNAMBIAC (tratto da Mojito Express) 2009, scritto e diretto da Federico Bava
EL MARUKEN ( tratto dall’EP “2 Novembre”) 2014, scritto e diretto da Federico Bava