BIT

 
Giuseppe comincia a prendere confidenza con i tamburi all''età di dodici anni, grazie al papà musicista di un compagno di scuola, Simone Petralia.

Dopo un anno, passato a suonare nella cantina di Simone, decide di entrare a far parte di una band torinese, chiamata Genisciolti, dove suona per circa tre anni. Con questa band registra due demo in studio ed acquisisce l'esperienza con lo strumento.

Dopo lo scioglimento del gruppo, per il lutto prematuro del cantante Marco Melchiorri, va a studiare con il noto maestro Giorgio Gandino, con il quale affina la tecnica e migliora la lettura della musica.

Contemporaneamente entra a fare parte di un gruppo torinese chiamato “I Fanali di scorta”. Insieme registrano diverse demo, incidono un disco chiamato Freak'n Roll e suonano per i maggiori festival piemontesi ed italiani, riscuotendo un discreto successo di pubblico e superando le trecento apparizioni live in tutta Italia.

Frequenta seminari di batteria di Roberto Gatto, Gianpaolo Petrini, Ian Paice, Massimo Manzi, Elio Rivagli,Tommy Campbell ed altri.

Gli studi e le esperienze proseguono: conosce diversi jazzisti, tra cui Roberto Dati, ed entrando a far parte del “Roberto Dati Trio” registra un CD e suona nei jazz club torinesi facendosi conoscere anche in quell'ambiente. Partecipano al “Moncalieri Jazz” e arrivano alle finali del PercFest 2009 di Laigueglia piazzandosi tra i primi sei su ottanta percussionisti di tutta Italia.

Lasciati i Fanali di Scorta dopo circa 5 anni lavora con una banda brasiliana chiamata “Jambalà”, specializzandosi nei ritmi brasiliani.

Successivamente entra a far parte di un progetto chiamato “LOUNGE CAMERA”, gruppo torinese che suona colonne sonore scritte da Francesco Vittori con il quale incide il CD omonimo.

Nel frattempo costituisce un duo con il pianista Andrea Cavallo, gli ACOUSTIC JAZZ 2, con il quale si esibisce con uno special set di batteria e percussioni creato appositamente per questo progetto e successivamente registrano “Acoustic Jazz 2”.

Oltre a questi progetti Beppe registra un disco con il cantautore di Venaria Marco Gaddi, impartisce lezioni private di batteria, si inserisce nell'ambiente folk suonando in diverse feste popolari.

Ha lavorato sulla nave MSC MAGNIFICA come batterista ma, il desiderio di riprendere il lavoro lasciato in sospeso di solista dove canta, suona e arrangia completamente canzoni pop, si ritrova davanti alle problematiche i registrare un disco in nave e quindi, rientrato a Torino, ultima le sue canzoni e prende lezioni di canto dalla maestra Laura Bonessa.

Nel mese di ottobre del 2012 entra in studio di registrazione per realizzare quello che lo rappresenta di più, un disco solista dove, oltre ad essersi auto-prodotto, ha scritto le canzoni, suonato la batteria, le tastiere, la chitarra acustica, ha cantato e arrangiato a suo piacere le canzoni.

Nel 2014 ricomincia parallelamente al suo progetto BIT a riesibirsi coi Fanali di Scorta

www.beppeterzulli.it

www.facebook.com/pages/Beppe-Terzulli-BIT/258472230955395?fref=ts